Destinazione amore

IL FILM

Questo film è il secondo per Sergio Motta; seconda volta che fa il regista, seconda sceneggiatura, seconda produzione.
Anche in  questo caso soggetto e sceneggiatura partono da una sua idea sviluppata pensando a chi l’avrebbe interpretata. Per alcuni ruoli Sergio si è affidato a chi aveva già lavorato con lui nel precedente film: Loredana Gullo (che in L’ombra nel cuore era il magistrato) sarà questa volta la protagonista; Silvio Murari (che era il marito della protagonista) sarà qui il socio in uno studio legale. Pierluigi Parise questa volta sarà il notaio mentre lo stesso Sergio Motta, nel precedente film Maresciallo dei CC, qui comparirà in una brevissima parte da avvocato.

Motta affronta il tema, ormai quotidiano, della separazione coniugale con tutti i risvolti, talvolta inaspettati, che gravitano intorno a questo evento.

CAST

LA TRAMA

Greta e Nicola sono una coppia matura; lui affermato uomo d’affari, lei gravita intorno alla figura del coniuge avendo come unica preoccupazione come far passare il tempo e dove andare con le amiche.

Il marito scopre che lei ha un amante e, pertanto, avvia le pratiche di separazione. Da questo momento un turbine di eventi metteranno in mostra il carattere determinato di Greta ed anche una certa dose di fortuna.

Quando tutto sembra tornare piatto, invece, un colpo di scena cambierà qualsiasi idea gli spettatori possano essersi fatti.